L’ ATTESA

verticale-di-LAttesa-di-solenghi-Gaetano
Nel 1993 riuscii a produrre poca barbera ma risultò essere enormemente ricca e concentrata.

Capii che era venuto il momento della svolta e per la prima volta ebbi l’opportunità di affinare il mio vino in una botte di legno nuova, era una Gamba di 3,5 hl.

La materia prima era talmente ricca e tannica che lasciai il vino per 24 mesi in quella botte.

Proprio questa lunga attesa ne decretò il nome.

Acido, austero, longevo oltre ogni mia aspettativa, questo vino ottenuto da barbera in purezza richiede un lungo affinamento anche in bottiglia per esprimere le sue doti migliori, cosa che anche io ho imparato negli anni.

Per questo motivo a coloro che vengono in visita da noi oppure hanno un primo approccio con questo vino desidero proporre vecchie bottiglie, per dare la misura della complessità e la durata del nostro vino simbolo.

Questo vino viene prodotto solo nelle annate migliori.